Le finalità

Esistono centinaia di gruppi teatrali giovanili. Esistono per fare amicizia, stare insieme, fare festa, ma soprattutto per salvare la fantasia, potenziare la creatività, ritrovare l’immagine di noi stessi.

I giovani vogliono vivere da creativi!
Anche noi la pensiamo così: vogliamo un teatro povero, essenziale, dove la persona viene privilegiata e con essa la comunicazione, i rapporti, il lavorare insieme, in gruppo.
Vogliamo un teatro dei giovani per i giovani, un teatro dal volto umano. Noi l’abbiamo trovato nella figura del Clown.

Finalità associative
1. Promuovere il teatro-clown come mezzo educativo, pedagogico e terapeutico, a favore di soggetti in condizioni di obiettivo disagio, connesso a situazioni psico-fisiche particolarmente invalidanti, a situazioni di devianza, di degrado o grave disagio economico-familiare o di emarginazione sociale, comunque certificati dai servizi pubblici competenti.

2. Sostenere iniziative socio-educative di recupero attraverso il teatro, promuovendo ed organizzando seminari e corsi di clownerie ai soggetti svantaggiati sopra richiamati.

3. Attivare forme di accoglienza, di sostegno psicologico o riabilitativo presso strutture destinate allo scopo.

4. Promuovere e sostenere esperienze di gruppi famiglia aperti all’accoglienza.

5. Promuovere lo studio e la realizzazione di progetti di cooperazione internazionale limitatamente agli aiuti umanitari in appoggio alle comunità missionarie presenti nel mondo ed in collaborazione con le autorità locali.

6. Preparare e inviare tecnici o personale cooperante per la realizzazione dei suddetti progetti di sviluppo.

7. Svolgere attività di informazione e di sensibilizzazione in Italia per promuovere l’educazione allo sviluppo rivolta, in modo particolare, ai giovani.

8. Collaborare con persone, gruppi, enti pubblici e privati, enti locali e istituti universitari per lo svolgimento dei suddetti indirizzi operativi.

Navigation

My Cart

Close
Viewed

Recently Viewed

Close

Quickview

Close

Categories

Il primo mistero per i Barabba's Clown è stato l'incontro con un giovane obiettore di coscienza, capitato ad Arese mandato dal direttore e fondatore della rivista "Espressione Giovani", Don Luigi Melesi, il prete "ergastolano", avendo passato più di trent'anni come cappellano nel carcere di San Vittore a Milano, per anni educatore e direttore del Centro di Arese, grande innamorato dell'arte del teatro, scrittore di numerosi splendidi testi, fiorti anche nel suo lavoro tra gli ospiti di San Vittore.
Il mistero sta nell'amore sbocciato a prima vista tra i ragazzi del Centro e la figura del clown, che Bano, cresciuto alla scuola dei Colombaioni e del teatro Ventura, aveva presentato in "Oh,no!", l'intelligente spettacolo che lui aveva scritto, interpretato e rappresentato in una sera nel teatrino del Centro Salesiano di Arese.

Barabba's Clowns ONLUS
Via Gran Sasso, 4 - 20020 - Arese (Mi)
Telefono: 02.93583232
Email: clown@barabbas.it
Cod. Fiscale 93519500156
IBAN: IT 63 X 05018 01600 000011167244
C.C. Postale n° 42512202

CONTRIBUTI DALLA PUBBLICA AMMNISTRAZIONE 2018
In ottemperanza a quanto previsto dalla Legge 4 agosto 2017, n. 124, articolo 1, commi 125-129, relativamente agli obblighi di trasparenza e di pubblicità, vengono di seguito fornite le informazioni relative a sovvenzioni, contributi, incarichi e vantaggi economici di qualunque genere ricevuti da pubbliche amministrazioni nel corso dell'anno solare 2018 dalla Barabba's Clowns onlus.
Io Luca Bellini quale Legale rappresentante della Barabba's Clowns onlus DICHIARO che il file allegato e scaricabile dalla presente corrisponde al vero.
Arese, 25 febbraio 2019

Scarica allegato